PERCHÉ PROPIO LO SRI LANKA?

La missione dell’Associazione Aiuta un amico nasce da un incontro occasionale avvenuto in aeroporto nel settembre del 1989 tra Marcello Nunnari (colui che poi diventerà il fondatore della Onlus), e una suora missionaria, Madre Pushpa.
Marcello e sua moglie Maria si stavano recando nello Sri Lanka per festeggiare il loro 25° anniversario di matrimonio. I coniugi, notando le difficoltà della suora ad imbarcare il bagaglio a causa dell’eccessivo peso, le offrirono il loro aiuto per far arrivare il contenuto di quelle valige ai bambini ospiti dell’orfanotrofio da lei gestito.

Da quell’incontro, iniziarono a recarsi nello Sri Lanka in modo continuativo, anche due volte l’anno, portando generi di prima necessità e coinvolgendo nella raccolta amici e parenti. Il primo che sposò con entusiasmo la causa fu l’amico Tito Novelli (cofondatore della Onlus).

L’aver visto con i propri occhi le condizioni di grande disagio e le situazioni di privazione in cui vivevano quei bambini, imponeva alle loro coscienze di fare qualcosa, non potevano rimanere indifferenti a quelle “silenziose” richieste
di aiuto.

Quello che era stato un incontro occasionale in aeroporto, si trasformò nel tempo in una sorta di “missione” che
diede un senso nuovo e profondo alle loro vite.